Utilizzo del soffiatore in pulizia urbana: la raccolta delle foglie
Rosalba Zagara

Ogni stagione presenta delle avversità, e in autunno, quando le foglie si tingono di giallo e rosso e iniziano a cadere, gli addetti alla manutenzione delle aree urbane cominciano il loro lavoro di rimozione delle foglie da terra.

In questo ambito, i metodi utilizzati sono diversi: spazzatrici, aspiratori, soffiatori e scope, la cui scelta d’impiegare gli uni o gli altri, dipende dall’accessibilità dei mezzi semoventi alle zone da pulire.

Nel settore dell’igiene urbana, infatti, ci si avvale di autospazzatrici per la pulizia delle strade e, per la pulizia dei marciapiedi, di operatori a terra che, con soffiatori o scope, si muovono sinergicamente per indirizzare le foglie cadute nella carreggiata.

BL6S

Con l’utilizzo di un buon soffiatore, è possibile rimuovere facilmente le foglie presenti sotto le macchine parcheggiate; allo stesso tempo, liberarne i tombini che vengono ostruiti, impedendo lo scolo delle acque pluviali.

Anche per la pulizia di giardini e vialetti inaccessibili ai mezzi semoventi, il soffiatore risulta essere il mezzo ideale e più pratico. Rispetto ai metodi tradizionali (scope, rastrelli) il lavoro risulta essere fino a venti volte più rapido, meno faticoso e non danneggia il prato sottostante; le foglie vengono soffiate e ammucchiate, per poi essere prelevate o aspirate.

Il soffiatore viene anche utilizzato in abbinamento al decespugliatore per ammassare l’erba e i rametti appena tagliati.

La semplicità d’uso e la compattezza del soffiatore lo rendono uno strumento irrinunciabile nella manutenzione di aree urbane e spazi verdi.

Con una macchina dalle caratteristiche appropriate in termini di potenza, l’aria generata dalla ventola, che viene convogliata nei tubi di uscita, effettua in pochi minuti la pulizia di grandi superfici.

BL1200

Esistono vari modelli di soffiatore: elettrici, a batteria, a motore, sia portati che a spalla. Un aspetto comune a tutti questi apparecchi è il rumore generato dalla velocità dell’aria e non dalla presenza o meno di un motore a scoppio come si potrebbe pensare.

La scelta della tipologia di macchina viene valutata in base all’intensità di utilizzo, alle superfici da trattare e alle condizioni di lavoro che si andranno ad affrontare. In ambito professionale è comunque importante valutare attrezzature con un’adeguata potenza in grado di sviluppare volumi e velocità d’aria elevati.

La nostra azienda produce due modelli di soffiatori a spalla professionali indicati per tutti gli utilizzi sopra descritti:

  • il soffiatore BL1200 con un migliorato comfort acustico grazie all’introduzione della nuova marmitta dal rumore meno metallico e un potente motore da 5 HP;
  • il soffiatore insonorizzato BL6S (solo 64 dB a 15 metri) con una portata di 20 m3/min.

I dettagli e le caratteristiche delle macchine sono riportati sul nostro sito.

Grazie alla potenza del motore, questi strumenti risultano efficaci anche in presenza di molte foglie bagnate. Essendo macchine professionali a spalla, sono adatte ad un uso intensivo e di lunga durata grazie al loro comfort ed ergonomicità.

Per l’utilizzo corretto del soffiatore vi invito a leggere il nostro articolo del blog “Come si usa il soffiatore?”.

Rosalba Zagara

About Rosalba Zagara

Marketing Cifarelli Spa

Atomizzatori, Uso delle macchinePermalink

Comments are closed.