La manutenzione della candela
Claudio Percivalle

La candela della vostra macchina Cifarelli svolge un ruolo fondamentale nel motore, non solo per quanto riguarda l’affidabilità ma soprattutto per la sua resa. Spesso si va a cercare ovunque la causa del malfunzionamento del motore (mancata accensione, numero di giri irregolare, ecc.) mentre sarebbe sufficiente dare una controllata alla candela per risolvere il problema.

Da quanto tempo non smontate la candela per una semplice verifica ?

Ricordate che in condizioni normali, la candela deve essere ispezionata ogni 25 ore circa di lavoro e pulita ogni 50 ore. Per questo motivo ogni macchina Cifarelli è equipaggiata di una chiave candela.

Se la vostra macchina è un atomizzatore oppure un soffiatore serie 3, per accedere alla candela è sufficiente  staccare la pipetta.Nel caso in cui sia uno scuotitore, prima di poter sconnettere la pipetta dovete svitare il pomello della cuffia candela, utilizzando la chiave candela.Nel caso invece che la vostra macchina sia un soffiatore BL6S, utilizzate la chiave candela dal lato del cacciavite a testa a croce per svitare la vite del coperchio candela.

Ora ispezionate la candela che avete appena smontato.

Osservate gli elettrodi (quello di massa a forma di archetto e quello centrale); una candela in condizioni di lavoro normali si presenta come nella fotografia: elettrodi puliti di colore bianco/grigio. Nel caso in cui gli elettrodi siano di colore nero e coperti di fuliggine significa che state utilizzando una miscela troppo ricca di olio oppure che il filtro aria ha proprio bisogno di una pulita. Non voglio comunque dilungarmi sull’aspetto delle candele in quanto esistono diversi siti che affrontano questo argomento corredati di illustrazioni.

Ricordate comunque che ogni 50 ore di lavoro bisogna procedere alla pulizia della candela. Dopo averla smontata, spazzolate gli elettrodi utilizzando una spazzola con setole di ottone e se possibile, soffiatela con aria compressa per eliminare ogni residuo.

Dopo averla pulita, misurate con uno spessimetro la distanza dei due elettrodi: essa deve essere compresa tra 0.5 e 0.6 millimetri.

Nel caso in cui l’elettrodo centrale e quello di massa siano molto arrotondati e l’apertura tra loro risulti allargata, è giunto il momento di sostituire la candela. Si consiglia comunque la sua sostituzione dopo circa 100 ore di lavoro. In questo caso, non montate la prima candela che vi capita; la candela corretta deve essere una CHAMPION RCJ6Y. Si possono utilizzare candele di marche differenti, comunque della medesima tipologia, come per esempio BOSCH WSR6F oppure NGK BPMR8Y; l’utilizzo di candele diverse da quelle citate, provoca gravi danni al motore della vostra macchina.

Un’ultima raccomandazione: ricordate che la candela raggiunge temperature molto elevate durante il funzionamento del motore. Aspettate il suo raffreddamento prima di smontarla.

Claudio Percivalle

About Claudio Percivalle

After sale & training Cifarelli Spa – Servizio post vendita e formazione Cifarelli Spa

ManutenzionePermalink

Comments are closed.